Nel precedente articolo “Riscaldamento vocale, 5 esercizi utili per riscaldare la voce (parte 1)” abbiamo condiviso 5 semplici esercizi preparatori ad un’esibizione o a qualsiasi altra occasione in cui la voce è lo strumento di comunicazione protagonista.

In questo articolo condividiamo altri esercizi di riscaldamento vocale ritenuti utili e proposti anche nel corso di canto di Accademia09.

Come riscaldare la voce: 5 esercizi necessari per il riscaldamento vocale

Il riscaldamento vocale ha lo scopo di allungare i muscoli per prepararli ad un lavoro atraumatico. Deve precedere i vocalizzi.

1.     Eseguire le scale musicali

E’ fondamentale esercitarsi con le scale per rendere le corde vocali capaci di salire o scendere di tre ottave. Esercitarsi con le scale musicali permette alla voce di riscaldarsi gradualmente, fino a raggiungere la sua massima estensione.

Una buona respirazione e a una postura corretta (che si possono attenzionare tramite esercizi di respirazione e  di ginnastica) agevolano il raggiungimento delle note del registro alto.

2.    “Lip Roll”, rollio delle labbra

Il lip roll appare buffo come esercizio ma è molto utile per il riscaldamento della voce. Consiste nel rollio delle labbra. Si tratta di un vocalizzo che aiuta a sciogliere la muscolatura del viso e delle labbra e a rendere più omogeneo il suono, eliminando le variazioni improvvise di timbro.

Come eseguirlo

Pronunciare il suono “br” portando le labbra leggermente in avanti, facendole muovere e vibrare come quando si sbuffa sonoramente. Mantenere la nota pronunciata durante l’emissione del suono “br” senza sforzare la voce.

Si può iniziare l’esercizio partendo da singole note e in seguito passare a diverse scale musicali. Fare i glissati o le sirene per aiutare ad allungare le corde vocali.

Partendo da un’ottava comoda per il proprio range vocale, procedere per allungarsi gradualmente verso il massimo della tua estensione.

Il lip roll può essere sfruttato per ripassare un brano che si sta studiando cantandolo per intero con il suono “br” sempre in maniera fluida e leggera.

3.     “Tongue Trill”, trillo della lingua

Il tongue trill è un esercizio per rilassare il tratto vocale e sciogliere le tensioni della lingua. In questo modo la lingua rilassata favorisce l’amplificazione e il colore del suono e non ostacola la risonanza. Il trillo della lingua inoltre tonifica in lunghezza le corde stesse e spinge la respirazione ad adeguarsi nella rapidità di sostegno respiratorio.
Come eseguirlo

Emettere la lettera “r” per alcuni secondi, come fa un gatto che fa le fusa, mantenendo la stessa nota durante tutta l’emissione.

4.     Humming

L’humming, letteralmente ronzio o canticchiare, è un vocalizzo a bocca chiusa (suono nasale).

Come eseguirlo

Emettere il suono “mmmmm” per qualche minuto. In un primo momento rimanere costanti su una singola nota, successivamente muovere la bocca simulando una sorta di masticazione.

L’esecuzione deve essere in maniera rilassata, senza troppi sforzi. Il suono corretto deve essere continuo e a basso volume.

5.     Esercizio delle vocali

come riscaldare la voce con esercizi di riscaldamento

Questo esercizio consiste nel cantare in maniera fluida tutte le “vocali fonetiche” – cioè pronunciando tutte le vocali comprese la E e la O sia chiuse che aperte, nell’ordine i, è, é, a, ò, ó, u) – su un’unica nota. Per ogni vocale pronunciata la nostra lingua, la bocca e il vocal tract si posizionano in maniera diversa e questo ordine permette un movimento fluido di tutte le parti del corpo coinvolte.

Come eseguirlo

Ricordato l’ordine vocalico da seguire, iniziare l’esercizio da una nota comoda, continuare fino all’ottava successiva e poi tornare alla nota iniziale. Mantenere il volume moderato dato si tratta di riscaldamento.

6.     Esercizio del conteggio a bocca chiusa

Contare a bocca chiusa è un esercizio per riscaldare la voce utile non solo per chi canta o recita, ma per chiunque usa la voce per periodi di tempo prolungati. Aiuta a migliorare la pronuncia rendendola più incisiva e fluida. Una registrazione prima e dopo l’esercizio ti permetterà di vedere i miglioramenti sorprendenti che ti permetterà di raggiungere.

Come eseguirlo

L’esercizio consiste nel contare da 1 a 10 (esercizio da ripetere un numero di volte ideale di 5 volte) mantenendo le labbra chiuse senza comprimerle troppo. Poi ripartire a contare da 1 a 10 mettendo un dito o una matita tra i denti.

0 Likes
29 Views