L’elevator pitch, un termine che evoca l’immagine di un discorso rapido e convincente fatto in un viaggio in ascensore, è diventato uno strumento cruciale nel mondo del public speaking e della comunicazione professionale.

Questa tecnica, essenziale per imprenditori, venditori, e professionisti di ogni settore, consiste nel presentare un’idea, un prodotto, o se stessi in modo chiaro e conciso, spesso in meno di un minuto. L’obiettivo è catturare l’attenzione dell’interlocutore e lasciare un’impressione duratura.

Vediamo insieme come è possibile costruirne uno.

Le origini e l’evoluzione dell’elevator pitch

L’origine dell’elevator pitch risale agli inizi del mercato azionario americano, dove gli aspiranti imprenditori cercavano di attirare l’attenzione degli investitori durante brevi incontri casuali, spesso in ascensore.

Da qui, l’elevator pitch è evoluto diventando una tecnica raffinata, applicabile in molteplici contesti, non solo nel mondo degli affari ma anche in quello accademico, artistico, e oltre.

Un elevator pitch efficace si compone di tre elemelevator pitch uso in public speakingenti chiave: chiarezza, concisione e persuasione. In primo luogo, è fondamentale essere chiari nel comunicare il nucleo dell’idea o del prodotto. Questo richiede una profonda comprensione di ciò che si sta offrendo e la capacità di esprimerlo in termini semplici e diretti. In secondo luogo, la concisione è vitale.
L’elevator pitch deve essere breve, idealmente non superando i 60 secondi, per mantenere l’attenzione dell’interlocutore. Infine, deve essere persuasivo: l’obiettivo è suscitare interesse, curiosità o entusiasmo, motivando l’interlocutore a voler saperne di più.

Come costruire un elevator pitch

Per sviluppare un elevator pitch efficace, è utile seguire alcune strategie. È importante iniziare con un gancio, una frase o un’idea che catturi immediatamente l’attenzione.

Poi, si deve evidenziare il valore o il beneficio unico dell’idea o del prodotto. È essenziale personalizzare il pitch in base al pubblico, mostrando una comprensione delle loro esigenze o interessi. Infine, concludere con una forte call-to-action, invitando l’interlocutore a un’azione specifica, come una riunione, una demo, o semplicemente una richiesta di ulteriori informazioni.

Andando più nel dettaglio, per strutturare efficacemente un elevator pitch è importante seguire alcuni passaggi:

  • Definisci l’obiettivo: Prima di tutto, stabilisci chiaramente lo scopo del tuo pitch. Vuoi suscitare interesse per un prodotto, ottenere un finanziamento, o fare una forte prima impressione? Avere un obiettivo chiaro ti aiuterà a focalizzare il messaggio.
  • Conosci il tuo pubblico: Comprendere a chi ti stai rivolgendo è fondamentale. Adatta il linguaggio, il tono e il contenuto in base alle esigenze, agli interessi e al livello di conoscenza del tuo pubblico.
  • Inizia con un gancio forte: Cattura l’attenzione con una frase d’apertura interessante o una domanda provocatoria. Questo gancio deve essere rilevante e stimolante, creando immediatamente interesse.
  • Esplica chiaramente il tuo valore: Spiega in modo chiaro e conciso cosa offri. Questo può essere un prodotto, un servizio, o un’idea. Enfatizza ciò che rende la tua offerta unica e perché dovrebbe interessare al tuo pubblico
  • Dimostra con esempi o storie: Utilizza brevi esempi, aneddoti o storie per illustrare il tuo punto. Questo rende il tuo pitch più memorabile e aiuta il pubblico a comprendere meglio il valore della tua offerta.
  • Rispondi a “Perché ora?”: Spiega perché questo è il momento giusto per la tua idea o prodotto. Questo crea un senso di urgenza e rilevanza.
  • Chiusura con un call-to-action forte: Concludi con un invito chiaro all’azione. Che cosa vuoi che il tuo pubblico faccia dopo aver ascoltato il tuo pitch? Che si tratti di richiedere ulteriori informazioni, programmare un incontro, o provare un prodotto, il call-to-action deve essere specifico e diretto.
  • Pratica e affina: Un buon elevator pitch richiede pratica. Ripetilo più volte, affinando il linguaggio e la consegna fino a quando non sarà fluido e convincente. È anche utile ottenere feedback per migliorare ulteriormente il tuo pitch.

L’elevator pitch nel public speaking

Nel contesto del public speaking, l’elevator pitch assume una dimensione ancora più strategica: diventa uno strumento per stabilire rapidamente una connessione con il pubblico, per presentare un’idea in modo che rimanga impressa, e per costruire un ponte verso argomenti più complessi.

I relatori efficaci utilizzano l’elevator pitch non solo all’inizio delle loro presentazioni, ma anche come un potente strumento di networking durante eventi e conferenze. Ti piacerebbe imparare come fare? Scopri i nostri corsi di public speaking.

Vuoi informazioni sui corsi di public speaking a Milano?

Compila il modulo e verrai contattato
il prima possibile per ricevere
tutte le informazioni che ti servono!